Pagine

mercoledì 28 dicembre 2011

Il mio Sol Invictus

Come prima cosa... il mio trenino di Babbo Natale ^_^
Durante il Solstizio e nei giorni seguenti ho fatto un pò di roba,
addobbato, sistemato, pulito... e chi più ne ha più ne metta. 


Qualche fiore qua e là (finto è, con una bimba come la mia è meglio così.
le avrebbe già tirati via tutti :P ), qualche dolcetto di cui mi son dimenticata di
fotografare (finiti in poco tempo..)...


 Tra una cosa e l'altra mi dedicavo un pò
all'uncinetto E... altro sacchetto! XD
Ho usato due colori, il grigio chiaro e il bianco,
è grande 14cm per 21 cm
e si trova nella camera matrimoniale vicino allo specchio.

Ecco l'albero di quest'anno.
La mia Piccola ha scelto le luci, io gli addobbi e mio marito
ha scelto le musiche da ascoltare mentre l'abbiamo preparato e addobbato.



 Visto che a mio marito piace quello che sto facendo a uncinetto,
mi ha chiesto di fargli un sacchettino perchè quello che ha si sta
sfasciando. Verde, perchè è per il lavoro, e ne ha bisogno.
Pare che il mio sacchettino del lavoro funzioni.
Sono già tre lunazioni che lo rinnovo, caricando e purificando.
Non è grande perchè deve restare in tasca, 
è un 4cm per 8cm.


In settimana abbiamo preparato una torta,
semplice da fare con spezie che adoro, tipo la cannella *.*
E una bella spolverata di zucchero.


E mentre sistemo e cucino
qualcuno è in bagno a giocare con l'acqua...
per fortuna che c'è il grembiulino e un salviettone
da mettere per terra per non sporcare ovunque.


... e come regalo di Natale a mio marito, gli ho realizzato
questo cuscinino (ma anche libri che voleva e qualche piccolo pensierino).
In poche parole: un macello!! 
Come prima cosa, ho comprato un quaderno grande a quadretti per lo schema,
che non ho mai fatto e sono andata a intuito,
(e per fortuna che la scuola d'arte mi ha insegnato qualcosa),
non ho mai disegnato un'aquila con le X quindi era un continuo "disegno e cancello",
meno male che avevo deciso di usare una matita...
Per la scritta è stata meno tragica, ce l'ho fatta al primo tentativo! XD

I colori li ho fatti scegliere a lui, perchè hanno un loro perchè...
(i parà hanno i loro colori, e siccome mi son rifiutata di usare determinati colori
gli ho detto che l'avrei fatto tutto di un sol colore).
Nero, poi... ok che adoro il lino
ma non vedevo i buchi! Facevo fatica ad andare dritta,
e poi che non sono un'esperta l'ho fatto pure di traverso... che stordita!!!
Avevo il lino tutto storto. Ci ho impiegato un bel pò a farlo,
ho dovuto sacrificare qualche pomeriggio con la Piccola
per poterlo finire prima di Natale..


Al momento della cucitura, mi è venuta un'ansia e poi i fili
si annodavano, mi arrabbiavo e si riannodavano... è stato un macello!!
Per un pò non userò il nero, mi ha decisamente provata.
Alla fine non è male, basta che uno non stia lì a guardare le X
che alcune fanno davvero pietà.


Ed è finito in camera sul lettone ^^
Basta non guardarci troppo che poi è bellino... no??? XD

E visto che sono qui...

I giorni della Berchta sono arrivati,
e richiamate son le fanciulle
che tessano il filo;
raccomandate vengon servite
chi di loro ha fatto ben il suo lavoro,
che la Berchta Sa...

martedì 13 dicembre 2011

Piccole novità...

Ci ho provato, dai, anche se il tempo delle zucche è passato.
Ah... ma è una zucca quella lì, vicino al pupazzo di neve? 
Eh già, non si capisce ma lo è ^^
E' stato complesso arrivare fino in cima con l'imbottitura dentro, mi sarò punta
le dita si e no una decina di volte, è stato un disastro ! Ho voluto provare e ci sono riuscita..
beh, meglio aver provato che non aver mai provato.. XD


Evviva i sacchettini!! XD
Questo lo uso per i bigliettini di Auguri...


Ho realizzato un pò di bigliettini con fogli, pennarelli e graffette (così rimangono ben chiusi),
per questo fine settimana. Domenica ci sarà l'uscita con tutta la mia famiglia
e siccome siamo una ventina, farò scegliere a loro un bigliettino
così tutti hanno un Augurio di Natale. Non posso fare venti e passa regali,
sono troppi! E poi a me, sono anni che non mi fa nessuno (a parte i miei e mio marito) un regalino...
Quindi questo va bene per tutti, un piccolo pensierino; è questo che conta, giusto?


Arrivano i cioccolatini, che svaniscono
in fretta... chissà come mai... 


Un mini pensierino ai suoceri e ai miei genitori.
Ho passato domenica pomeriggio a fare questi due scrigni piccolini,
decorato su tutti i lati. E' il secondo lavoro che faccio, quindi... abbiate pietà! XD
E quella "N" è la "N" di Natale... giusto per far capire che è un regalo di Natale...
Non sono finite, ovviamente, devo dargli su una mano di trasparente,
per proteggerli... ma qui l'esperto è mio marito, quindi devo aspettare lui.
Spero di riuscire a finirli per domenica.


Questo è il mio ingresso... non piacciono le ghiande, eh?
Se fosse per me, le metterei per tutta casa! :)


E... il primo cappellino per la barbie...
questa barbie è sempre mezza nuda, non riesco neanche a vestirla
che la Piccola già la spoglia...



 E passa il tempo a parlare di Harry Potter e i suoi amici,
le piace che le racconto le storie di Harry, di Hogwarts, di Madama Bumb,
del Serpentone Verde (come lo chiama lei) (che sarebbe il basilisco), 
di mamma Molly, di Malfoy, di Dobby soprattutto e del Cappello Parlante.
Le piacciono i film di Harry (i primi due) e pure i libri... 
se non si è capito, mi fa passare il tempo a leggere (anche altri libri che non riguardano Harry,
per fortuna) e vedere alcune scene di film...
Ah, si è innamorata di Ron! Ne parla sempre, forse è il periodo
e dura poco... spero... è un continuo Ron Ron Ron. XD
Poi mi chiama e dice:
"Posso dirlo? Ancora Dobby!"
Lo dice tutto così, a parte la R che non riesce ancora a dirla bene.
Sinceramente, è da qualche mese che lo dice, è stata la sua prima frase,
non so da dove sia saltata fuori... non gliel'ho mai detto!
E dire che ha solo 2 anni... conosce già tutte le lettere dell'alfabeto
e conta fino a 10...ma questo già da quest'estate!
Ma...

E cresce così in fretta la Piccola Bimba,
così tenera con i suoi peluches e i suoi ciuci,
così tranquilla quando gioca,
così manesca quando si arrabbia...

Quando sorride
si spalanca il mondo
e vedi solo i suoi occhi,
pieni di gioia e di amore.

lunedì 5 dicembre 2011

Splinder... post vecchi: parte III

Paesaggio colorato

Comincio con un balzo
mi alzo in piedi
e mi ritrovo ad osservare
un paesaggio,
pieno di colori, sfumature e emozioni;
affondo un piede nel terreno
soffice, sento l'aria che cambia
i fiori sbocciano e le colline sembrano
avvicinarsi sempre di più;
che battito! Lei è lì
e mi sta guardando...

Un Unico Viaggio verso coLei
che si chiama Madre.

Scritta il 12 giugno 2008


I Suoi Volti e i Suoi Insegnamenti

Una volta ero diversa,
cercavo attenzioni, Qualcuno che mi ascoltasse;
Qualcuno che mi dava consigli...
Non avendo trovato nessuno, quella volta
avevo deciso di smettere di cercare;
mi sono affidata solo su me stessa,
a comprendere il motivo che non riuscivo
a trovare... Da quel giorno sono rinata,
ignorando qualsiasi cosa spiacevole e di fidarmi
solo di me stessa, ci sono stati ostacoli che dovevo superare
e finalmente giunta a destinazione sono cambiata
e la mia voglia di migliorare c'è sempre stata.

Per fortuna che i cambiamenti servono
a qualcosa, finalmente e dico
finalmente sono più me stessa che mai.

Rinata da una bianca ninfea di uno stagno
limpido e con qualche oscurità,
percepisco la Sua Presenza ogni giorno sempre di più,
che sia di luce o di ombra non fa differenza,
perchè Lei è in tutte le cose, persone,
vive, terrene, nelle parti più oscure e nelle parti di puro sole
e, in altre essenze,
accanto a me, La vedo e La percepisco.

Mille sono i suoi Volti e
mille sono i suoi Insegnamenti,
dobbiamo solo sentirLa
attraverso il nostro Cuore.

Lei è la Mia Musa.
Grazie a Lei sono potuta Rinascere.
Oh Dea!

Scritta il 13 giugno 2008



Il Sentiero

Stacco gli occhi dall'obiettivo,
mi giro e mi rigiro ancora,
Non trovo altro che l' Inizio,
vedo una mano e una piuma bianca
appoggiata a terra,
chiudo la mente e apro il cuore,
vedo solo Lei...

All'interno una luce accecante mi si avvicina,
mi vedo davanti a uno specchio
ma non vedo riflessa la mia immagine,
non ho paura, solo curiosità
di capire,
sento che mi poggia una sua mano
sulla mia spalla destra per rassicurarmi,
ma di che cosa?
Forse Lei aveva già capito tutto
e ora tocca a me a seguirLa.

Vedo il Sentiero che sto percorrendo
pieno di ostacoli e abissi,
con al mia forza di volontà
io percorro.
Ad ogni crollo io riprendo
il mio cammino.

Scritta il 14 giugno 2008 


domenica 4 dicembre 2011

Splinder... post vecchi: parte II

Momento...

Un momento di piccolo svago attraverso piccoli scatti nell'orto dietro casa,
un momento per catturare qualcosa di particolare,
un momento per descrivere ciò che ho visto;
possedevo un istante, era mio in quel momento
non volevo toccare altro che la mia anima,
un attimo per cogliere un pò di lucentezza e armonia...

Armonia che si è trasformata in un piccolo e freddo tremolio
cantilenando una canzoncina attinente a quel solare momento,
le mie mani sono diventate una porta tra l'arte e la fantasia...

Scritto il 03 aprile 2008




Sogni e Arte

Calpestando una foglia rossa sul terreno del giardino 
mi è venuta in mente una sensazione strana ma bella
Un pensiero mi è balenato in mente, 
come se si dovesse risvegliare da un lungo sonno
Camminando sento la prima goccia di pioggia posarsi sul mio viso
viaggiando sulla mia guancia
Piangendo da questa sensazione bellissima,
tracollo in un sonno pieno di sentimenti e vite passate [...]

Una delle vite che ho vissuto era intenso, un paesaggio davvero meraviglioso,
uno di quelli che non vorresti mai risvegliarti
C'è tanta pace, una sfumatura nel cielo rosato mi fa vedere 
che c'è altro da scoprire,
altro da apprendere e altro da viaggiare [...]

Un vuoto e un'anima da rivelare,
la fantasia a disposizione
per cambiare il passato
migliorando il futuro.

Scritto il 15 aprile 2008


Come una Sirena

Dal profondo di un abisso emergo,
con sicurezza e fermezza;
di un luogo oscuro e tetro senza luce
faccio capolino con lo sguardo di una sirena
in preda alla vita sulla terra.
Guardo al di là delle rocce che si trovano alla riva
e vedo tranquillità, pace e sensazione di mistero,
mi avvicino come se stessi per uscire dalle acque
e i miei piedi, ora diventati,
posso camminare verso la Dea per poter
vederLa e viaggiar al suo fianco.

Scritto il 30 maggio 2008

Rinascita

Anima di vita,
anteprima di un risveglio,
accolgo l'istante,
in una sfera di luce
io rinasco.

Scritto il 11 giugno 2008

venerdì 2 dicembre 2011

Splinder... post vecchi: parte I

Dal vecchio blog al nuovo.
Ci saranno un pò di spostamenti.
Comincio col riportare quello che c'era scritto di lato.


La Driade

Le Driadi, uscendo dalle loro querce, si affrettavano verso il cantore, e perfino le belve accorrevano dalle loro tane al melodioso canto ...

« Uscite da' vostri alberi, o pietose Amadriadi, sollecite conservatrici di quelli, e parate un poco mente al fiero supplizio che le mie mani testé mi apparecchiano. E voi, o Driadi, formosissime donzelle de le alte selve, le quali non una volta ma mille hanno i nostri pastori a prima sera vedute in cerchio danzare all'ombra de le fredde noci, con li capelli biondissimi e lunghi pendenti dietro le bianche spalle, fate, vi prego, se non sète insieme con la mia poco stabile fortuna mutate, che la mia morte fra queste ombre non si taccia, ma sempre si estenda più di giorno in giorno ne li futuri secoli, acciò che quel tempo il quale da la vita si manca, a la fama si supplisca. (Iacopo Sannazaro, Arcadia) »


Io cammino

Ascolto e sto in silenzio,
guardo con curiosità e mi avvolgo,
vicina o lontana come una piuma
sorrido alla pioggia
e cammino verso la Nebbia.

Ci son tanti ricordi, e pian piano riporto qui tutto ciò che sono più affezionata. Ci sono foto e i miei primi scritti, per me hanno un valore immenso, mi ricordano momenti particolari della mia vita. E a volte, mi piace riviverli.

Il sentiero

Desiderava così tanto avere una compagna di viaggio
ma non lo credette possibile,
era sola e spensierata e voleva tanto andarsene,
ma qualcuno emise suono che sembrò
il tintinnio di una campanella,
non ci fece caso e se ne andò
ma una voce la chiamò e non si girò
camminava lungo la strada buia ma non ebbe paura
ora più che mai girò quel vicolo che non ebbe mai preso
e si ritrovò d fronte a un bivio e stette incantata a pensare;
ma la decisione era difficile
e sopraggiunse il desiderio di cambiare vita
quindi non dette pensiero
e prese la prima via che la condusse lontana da quel luogo
non era una decisione presa con il primo pensiero
ma lo ha deciso la sua anima
quella che non sbaglia e sa cosa deve fare...

Scritta il 7/11/2007