Pagine

lunedì 5 dicembre 2011

Splinder... post vecchi: parte III

Paesaggio colorato

Comincio con un balzo
mi alzo in piedi
e mi ritrovo ad osservare
un paesaggio,
pieno di colori, sfumature e emozioni;
affondo un piede nel terreno
soffice, sento l'aria che cambia
i fiori sbocciano e le colline sembrano
avvicinarsi sempre di più;
che battito! Lei è lì
e mi sta guardando...

Un Unico Viaggio verso coLei
che si chiama Madre.

Scritta il 12 giugno 2008


I Suoi Volti e i Suoi Insegnamenti

Una volta ero diversa,
cercavo attenzioni, Qualcuno che mi ascoltasse;
Qualcuno che mi dava consigli...
Non avendo trovato nessuno, quella volta
avevo deciso di smettere di cercare;
mi sono affidata solo su me stessa,
a comprendere il motivo che non riuscivo
a trovare... Da quel giorno sono rinata,
ignorando qualsiasi cosa spiacevole e di fidarmi
solo di me stessa, ci sono stati ostacoli che dovevo superare
e finalmente giunta a destinazione sono cambiata
e la mia voglia di migliorare c'è sempre stata.

Per fortuna che i cambiamenti servono
a qualcosa, finalmente e dico
finalmente sono più me stessa che mai.

Rinata da una bianca ninfea di uno stagno
limpido e con qualche oscurità,
percepisco la Sua Presenza ogni giorno sempre di più,
che sia di luce o di ombra non fa differenza,
perchè Lei è in tutte le cose, persone,
vive, terrene, nelle parti più oscure e nelle parti di puro sole
e, in altre essenze,
accanto a me, La vedo e La percepisco.

Mille sono i suoi Volti e
mille sono i suoi Insegnamenti,
dobbiamo solo sentirLa
attraverso il nostro Cuore.

Lei è la Mia Musa.
Grazie a Lei sono potuta Rinascere.
Oh Dea!

Scritta il 13 giugno 2008



Il Sentiero

Stacco gli occhi dall'obiettivo,
mi giro e mi rigiro ancora,
Non trovo altro che l' Inizio,
vedo una mano e una piuma bianca
appoggiata a terra,
chiudo la mente e apro il cuore,
vedo solo Lei...

All'interno una luce accecante mi si avvicina,
mi vedo davanti a uno specchio
ma non vedo riflessa la mia immagine,
non ho paura, solo curiosità
di capire,
sento che mi poggia una sua mano
sulla mia spalla destra per rassicurarmi,
ma di che cosa?
Forse Lei aveva già capito tutto
e ora tocca a me a seguirLa.

Vedo il Sentiero che sto percorrendo
pieno di ostacoli e abissi,
con al mia forza di volontà
io percorro.
Ad ogni crollo io riprendo
il mio cammino.

Scritta il 14 giugno 2008 


Nessun commento: